TERSICORE Scuola di Danza

Vai ai contenuti
Scuola di danza Classica e Modern jazz
L’Atelier Tersicore nasce, a livello artigianale, nel lontano 1952 grazie all’amore e alla conoscenza per il teatro del suo fondatore, Giuseppe Rota, già primo ballerino del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano.
Nel 1994 la Tersicore grazie alla guida di Annita Rota (diplomatasi presso la sede internazionale dell’Istituto Artistico dell’Abbigliamento Marangoni) intensifica la propria attività, nel campo puramente artistico, affiancando alla produzione sartoriale, manifestazioni culturali, mostre di pittura, presentazioni editoriali, scultura ed oggettistica allestite all’interno del prestigioso show-room milanese.
Dal 1998, grazie anche al prezioso apporto dei Maestri Aldo Beltrami e Lino Marsili, sorge negli spazi della struttura una Scuola per costumisti teatrali, e dal 2015 viene allestita una sala specializzata per lo studio e l’educazione alla danza classica accademica e alla danza moderna, intitolata al tersicoreo “Carletto Faraboni”.
Nel 2021 prende vita e si concretizza l’idea della Scuola di Danza denominata “Petite Académie Tersicore” a completamento dell’intero complesso, creando così un raffinato salotto della danza, votato a chi deciderà di studiare l’arte coreutica per trasformarla in professione o solamente in sana passione.
Il tutto avvalorato da maestri autorevoli e certificati, con un percorso mirato alla formazione e alla crescita nonché al perfezionamento, senza dimenticare ospiti ed eventi collaterali di rilevante livello propositivo.

La “Petite Académie Tersicore” desidera offrire ai propri allievi un linguaggio alternativo alla parola per esternare stati d’animo e pensieri interiori, mettendosi al servizio dei giovani per un completo sviluppo culturale.


La scuola di danza, attraverso le sue insegnanti, trasmette la bellezza di queste discipline con passione e professionalità.



  
   

La scuola è vista come un luogo pacifico e protetto dove l'arte può essere appresa in un ambiete sereno ed energicamente positivo.

I ragazzi ed i bambini che frequentano la scuola vengono messi a loro agio in modo da poter potenziare il loro apprendimento.

Tutte le insegnanti sono diplomate nelle loro discipline ed esperte in materia, in modo da poter potenziare l'individualità e creatività dei singoli allievi.

“La danza è poesia perché il suo fine ultimo è esprimere sentimenti, anche se attraverso una rigida tecnica. Il nostro compito è quello di far passare la parola attraverso il gesto”.
(Carla Fracci)
Torna ai contenuti